FANTALICA ART SHARING – Selezione delle Opere

FANTALICA ART SHARING

SELEZIONE DELLE OPERE CONDIVISE

“L’arte non si può separare dalla vita. È l’espressione della più grande necessità della quale la vita è capace.”
Robert Henri

L’associazione culturale Fantalica APS, a partire dal 23 marzo 2020 intende attivare il progetto Fantalica art sharing per promuovere la condivisione di opere d’arte realizzate dai soci e dagli artisti che collaborano o che hanno collaborato con l’associazione. L’obiettivo è quello di favorire la circolazione di opere d’arte figurativa, fotografie, performance, testi letterari, che valorizzino l’espressione artistica anche in questo periodo di emergenza sanitaria, che costringe tutti noi a vivere in una condizione di isolamento fisico, che però non deve e non può essere un isolamento culturale ed espressivo.

L’associazione culturale Fantalica APS dal 2002 si impegna a promuovere l’arte nelle sue varie forme e in particolare la sua condivisione, rivolgendosi a tutte le fasce di età, con un approccio interdisciplinare e interculturale.

Proprio per questo motivo Fantalica art sharing ha per noi un valore particolare, perché andrà a coinvolgere coloro che anche oggi hanno voglia di comunicare il proprio “fare artistico” credendo, come noi, che l’arte possa migliorare la vita quotidiana, dandone un senso più alto. E proprio quando si è privati della libertà di incontrarsi fisicamente e di condividere appieno le proprie passioni, ci viene incontro la tecnologia, che, pur nei suoi limiti, ci permette comunque incontri virtuali e scambio di idee.

Oggi 𝐅𝐚𝐧𝐭𝐚𝐥𝐢𝐜𝐚 𝐀𝐫𝐭 𝐒𝐇𝐚𝐫𝐢𝐧𝐠 vi propone la 𝐕𝐢𝐝𝐞𝐨 𝐏𝐞𝐫𝐟𝐨𝐫𝐦𝐚𝐧𝐜𝐞 “𝐖𝐡𝐞𝐧 𝐝𝐞𝐟𝐞𝐜𝐭𝐬 𝐛𝐞𝐜𝐨𝐦𝐞 𝐟𝐨𝐫𝐦” di Nicola Favale, 𝐋’𝐞𝐬𝐩𝐫𝐞𝐬𝐬𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐢 𝐮𝐧 𝐝𝐢𝐯𝐞𝐫𝐬𝐨 𝐦𝐨𝐝𝐨 𝐝𝐢 𝐠𝐮𝐚𝐫𝐝𝐚𝐫𝐞 𝐚𝐥𝐥𝐚 𝐬𝐢𝐭𝐮𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐜𝐡𝐞 𝐬𝐭𝐢𝐚𝐦𝐨 𝐯𝐢𝐯𝐞𝐧𝐝𝐨.
“Ho le mani legate. Sono vittima delle scelte di chi sta sopra di me. Non posso evitare i presidi di protezione individuale che ci hanno ordinato eppure, prima non me la mettevo la mascherina. Prima del virus accettavo il continuo avvelenamento, in un ruolo sociale costruito a pennello per me, 

Altro…

𝐅𝐚𝐧𝐭𝐚𝐥𝐢𝐜𝐚 𝐀𝐫𝐭 𝐒𝐡𝐚𝐫𝐢𝐧𝐠 vi propone nel giorno del 𝐒𝐚𝐛𝐚𝐭𝐨 𝐒𝐚𝐧𝐭𝐨, una 𝐫𝐢𝐟𝐥𝐞𝐬𝐬𝐢𝐨𝐧𝐞 di 𝐈𝐠𝐧𝐚𝐳𝐢𝐨 𝐋𝐚𝐳𝐳𝐢𝐳𝐳𝐞𝐫𝐚, 𝐭𝐫𝐚𝐭𝐭𝐚 𝐝𝐚𝐥𝐥𝐚 𝐥𝐞𝐭𝐭𝐮𝐫𝐚 del percorso che si trovò ad affrontare 𝐃𝐚𝐧𝐭𝐞 𝐧𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐬𝐮𝐚 𝐂𝐨𝐦𝐦𝐞𝐝𝐢𝐚 nello stesso giorno. 𝐔𝐧 𝐩𝐞𝐫𝐜𝐨𝐫𝐬𝐨 𝐝𝐢 𝐫𝐢𝐬𝐚𝐥𝐢𝐭𝐚, perchè 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐧𝐨𝐢 𝐝𝐨𝐩𝐨 𝐢𝐥 𝐛𝐮𝐢𝐨 di quest’assurdo inferno in cui ci siamo ritrovati 𝐭𝐨𝐫𝐧𝐞𝐫𝐞𝐦𝐨 𝐚 𝐫𝐢𝐯𝐞𝐝𝐞𝐫 𝐥𝐞 𝐬𝐭𝐞𝐥𝐥𝐞.

𝐅𝐚𝐧𝐭𝐚𝐥𝐢𝐜𝐚 𝐀𝐫𝐭 𝐒𝐡𝐚𝐫𝐢𝐧𝐠 𝐞̀ 𝐫𝐢𝐯𝐨𝐥𝐭𝐨 𝐚 𝐜𝐨𝐥𝐨𝐫𝐨 𝐜𝐡𝐞 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐨𝐠𝐠𝐢 𝐡𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐯𝐨𝐠𝐥𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐜𝐨𝐦𝐮𝐧𝐢𝐜𝐚𝐫𝐞 𝐢𝐥 𝐩𝐫𝐨𝐩𝐫𝐢𝐨 “𝐟𝐚𝐫𝐞 𝐚𝐫𝐭𝐢𝐬𝐭𝐢𝐜𝐨” 𝐜𝐫𝐞𝐝𝐞𝐧𝐝𝐨, 𝐜𝐨𝐦𝐞 𝐧𝐨𝐢, 𝐜𝐡𝐞 𝐥’𝐚𝐫𝐭𝐞 𝐩𝐨𝐬𝐬𝐚 𝐦𝐢𝐠𝐥𝐢𝐨𝐫𝐚𝐫𝐞 𝐥𝐚 𝐯𝐢𝐭𝐚 𝐪𝐮𝐨𝐭𝐢𝐝𝐢𝐚𝐧𝐚, 𝐝𝐚𝐧𝐝𝐨𝐧𝐞 𝐮𝐧 𝐬𝐞𝐧𝐬𝐨 𝐩𝐢𝐮̀ 𝐚𝐥𝐭𝐨. 𝐄 𝐩𝐫𝐨𝐩𝐫𝐢𝐨 𝐪𝐮𝐚𝐧𝐝𝐨 𝐬𝐢 𝐞̀ 𝐩𝐫𝐢𝐯𝐚𝐭𝐢 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐥𝐢𝐛𝐞𝐫𝐭𝐚̀ 𝐝𝐢 𝐢𝐧𝐜𝐨𝐧𝐭𝐫𝐚𝐫𝐬𝐢 𝐟𝐢𝐬𝐢𝐜𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐞 𝐞 𝐝𝐢 𝐜𝐨𝐧𝐝𝐢𝐯𝐢𝐝𝐞𝐫𝐞 𝐚𝐩𝐩𝐢𝐞𝐧𝐨 𝐥𝐞 𝐩𝐫𝐨𝐩𝐫𝐢𝐞 𝐩𝐚𝐬𝐬𝐢𝐨𝐧𝐢, 𝐜𝐢 𝐯𝐢𝐞𝐧𝐞 𝐢𝐧𝐜𝐨𝐧𝐭𝐫𝐨 𝐥𝐚 𝐭𝐞𝐜𝐧𝐨𝐥𝐨𝐠𝐢𝐚, 𝐜𝐡𝐞, 𝐩𝐮𝐫 𝐧𝐞𝐢 𝐬𝐮𝐨𝐢 𝐥𝐢𝐦𝐢𝐭𝐢, 𝐜𝐢 𝐩𝐞𝐫𝐦𝐞𝐭𝐭𝐞 𝐜𝐨𝐦𝐮𝐧𝐪𝐮𝐞 𝐢𝐧𝐜𝐨𝐧𝐭𝐫𝐢 𝐯𝐢𝐫𝐭𝐮𝐚𝐥𝐢 𝐞 𝐬𝐜𝐚𝐦𝐛𝐢𝐨 𝐝𝐢 𝐢𝐝𝐞𝐞. 𝐏𝐚𝐫𝐭𝐞𝐜𝐢𝐩𝐚 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐭𝐮!

Oggi 𝐅𝐚𝐧𝐭𝐚𝐥𝐢𝐜𝐚 𝐀𝐫𝐭 𝐒𝐡𝐚𝐫𝐢𝐧𝐠 vi propone 𝐮𝐧𝐚 𝐥𝐞𝐭𝐭𝐮𝐫𝐚 𝐝𝐢 𝐈𝐠𝐧𝐚𝐳𝐢𝐨 𝐋𝐚𝐳𝐳𝐢𝐳𝐳𝐞𝐫𝐚 estremamente attuale, 𝐬𝐮𝐥𝐥𝐚 𝐝𝐢𝐠𝐧𝐢𝐭𝐚̀ 𝐝𝐞𝐥 𝐝𝐨𝐥𝐨𝐫𝐞 ai tempi della peste, 𝐭𝐫𝐚𝐭𝐭𝐚 𝐝𝐚 𝐈 𝐏𝐫𝐨𝐦𝐞𝐬𝐬𝐢 𝐒𝐩𝐨𝐬𝐢 𝐝𝐢 𝐀𝐥𝐞𝐬𝐬𝐚𝐧𝐝𝐫𝐨 𝐌𝐚𝐧𝐳𝐨𝐧𝐢.

𝐅𝐚𝐧𝐭𝐚𝐥𝐢𝐜𝐚 𝐀𝐫𝐭 𝐒𝐡𝐚𝐫𝐢𝐧𝐠 𝐞̀ 𝐫𝐢𝐯𝐨𝐥𝐭𝐨 𝐚 𝐜𝐨𝐥𝐨𝐫𝐨 𝐜𝐡𝐞 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐨𝐠𝐠𝐢 𝐡𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐯𝐨𝐠𝐥𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐜𝐨𝐦𝐮𝐧𝐢𝐜𝐚𝐫𝐞 𝐢𝐥 𝐩𝐫𝐨𝐩𝐫𝐢𝐨 “𝐟𝐚𝐫𝐞 𝐚𝐫𝐭𝐢𝐬𝐭𝐢𝐜𝐨” 𝐜𝐫𝐞𝐝𝐞𝐧𝐝𝐨, 𝐜𝐨𝐦𝐞 𝐧𝐨𝐢, 𝐜𝐡𝐞 𝐥’𝐚𝐫𝐭𝐞 𝐩𝐨𝐬𝐬𝐚 𝐦𝐢𝐠𝐥𝐢𝐨𝐫𝐚𝐫𝐞 𝐥𝐚 𝐯𝐢𝐭𝐚 𝐪𝐮𝐨𝐭𝐢𝐝𝐢𝐚𝐧𝐚, 𝐝𝐚𝐧𝐝𝐨𝐧𝐞 𝐮𝐧 𝐬𝐞𝐧𝐬𝐨 𝐩𝐢𝐮̀ 𝐚𝐥𝐭𝐨. 𝐄 𝐩𝐫𝐨𝐩𝐫𝐢𝐨 𝐪𝐮𝐚𝐧𝐝𝐨 𝐬𝐢 𝐞̀ 𝐩𝐫𝐢𝐯𝐚𝐭𝐢 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐥𝐢𝐛𝐞𝐫𝐭𝐚̀ 𝐝𝐢 𝐢𝐧𝐜𝐨𝐧𝐭𝐫𝐚𝐫𝐬𝐢 𝐟𝐢𝐬𝐢𝐜𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐞 𝐞 𝐝𝐢 𝐜𝐨𝐧𝐝𝐢𝐯𝐢𝐝𝐞𝐫𝐞 𝐚𝐩𝐩𝐢𝐞𝐧𝐨 𝐥𝐞 𝐩𝐫𝐨𝐩𝐫𝐢𝐞 𝐩𝐚𝐬𝐬𝐢𝐨𝐧𝐢, 𝐜𝐢 𝐯𝐢𝐞𝐧𝐞 𝐢𝐧𝐜𝐨𝐧𝐭𝐫𝐨 𝐥𝐚 𝐭𝐞𝐜𝐧𝐨𝐥𝐨𝐠𝐢𝐚, 𝐜𝐡𝐞, 𝐩𝐮𝐫 𝐧𝐞𝐢 𝐬𝐮𝐨𝐢 𝐥𝐢𝐦𝐢𝐭𝐢, 𝐜𝐢 𝐩𝐞𝐫𝐦𝐞𝐭𝐭𝐞 𝐜𝐨𝐦𝐮𝐧𝐪𝐮𝐞 𝐢𝐧𝐜𝐨𝐧𝐭𝐫𝐢 𝐯𝐢𝐫𝐭𝐮𝐚𝐥𝐢 𝐞 𝐬𝐜𝐚𝐦𝐛𝐢𝐨 𝐝𝐢 𝐢𝐝𝐞𝐞. 𝐏𝐚𝐫𝐭𝐞𝐜𝐢𝐩𝐚 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐭𝐮!

𝐅𝐚𝐧𝐭𝐚𝐥𝐢𝐜𝐚 𝐀𝐫𝐭 𝐒𝐡𝐚𝐫𝐢𝐧𝐠 oggi vi propone la 𝐯𝐢𝐝𝐞𝐨 𝐩𝐞𝐫𝐟𝐨𝐫𝐦𝐚𝐧𝐜𝐞 di Michele Silvestrin, in cui legge 𝐝𝐮𝐞 𝐩𝐨𝐞𝐬𝐢𝐞 𝐬𝐮𝐥 𝐭𝐞𝐦𝐚 𝐝𝐞𝐥 𝐯𝐢𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨:”𝐂𝐢 𝐬𝐚𝐫𝐚̀ 𝐮𝐧 𝐚𝐥𝐭𝐫𝐨 𝐦𝐚𝐫𝐞” 𝐝𝐢 𝐌𝐚𝐧𝐮𝐞𝐥 𝐀𝐥𝐞𝐠𝐫𝐞 𝐞 “𝐈𝐥 𝐯𝐢𝐚𝐠𝐠𝐢𝐚𝐭𝐨𝐫𝐞 𝐢𝐧𝐬𝐨𝐧𝐧𝐞” 𝐝𝐢 𝐒𝐚𝐧𝐝𝐫𝐨 𝐏𝐞𝐧𝐧𝐚. Anche se 𝐢𝐧 𝐪𝐮𝐞𝐬𝐭𝐨 𝐦𝐨𝐦𝐞𝐧𝐭𝐨 𝐝𝐢 𝐜𝐥𝐚𝐮𝐬𝐮𝐫𝐚 non ci è possibile visitare posti lontani, ma neanche vicini, 𝐞̀ 𝐩𝐨𝐬𝐬𝐢𝐛𝐢𝐥𝐞 𝐯𝐢𝐚𝐠𝐠𝐢𝐚𝐫𝐞 𝐜𝐨𝐧 𝐥𝐚 𝐦𝐞𝐧𝐭𝐞 𝐠𝐫𝐚𝐳𝐢𝐞 𝐚𝐥𝐥’𝐚𝐫𝐭𝐞 e prenderci un pò di meritata evasione.

𝐅𝐚𝐧𝐭𝐚𝐥𝐢𝐜𝐚 𝐀𝐫𝐭 𝐒𝐡𝐚𝐫𝐢𝐧𝐠 𝐞̀ 𝐫𝐢𝐯𝐨𝐥𝐭𝐨 𝐚 𝐜𝐨𝐥𝐨𝐫𝐨 𝐜𝐡𝐞 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐨𝐠𝐠𝐢 𝐡𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐯𝐨𝐠𝐥𝐢𝐚 𝐝𝐢 

Altro…


Nel contesto del progetto 𝐅𝐚𝐧𝐭𝐚𝐥𝐢𝐜𝐚 𝐀𝐫𝐭 𝐒𝐡𝐚𝐫𝐢𝐧𝐠, per celebrare il 𝐃𝐀𝐍𝐓𝐄𝐃𝐈̀, prima 𝐠𝐢𝐨𝐫𝐧𝐚𝐭𝐚 𝐧𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐝𝐞𝐝𝐢𝐜𝐚𝐭𝐚 𝐚 𝐃𝐚𝐧𝐭𝐞 𝐀𝐥𝐢𝐠𝐡𝐢𝐞𝐫𝐢, istituita dal Ministero dell’Istruzione per celebrare l’ipotetica data del 25 marzo come giorno in cui 𝐃𝐚𝐧𝐭𝐞 𝐢𝐧𝐢𝐳𝐢𝐨̀ 𝐢𝐥 𝐬𝐮𝐨 𝐩𝐞𝐫𝐜𝐨𝐫𝐬𝐨 𝐮𝐭𝐫𝐚𝐭𝐞𝐫𝐫𝐞𝐧𝐨 𝐧𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐃𝐢𝐯𝐢𝐧𝐚 𝐂𝐨𝐦𝐦𝐞𝐝𝐢𝐚, proponiamo la 𝐩𝐞𝐫𝐟𝐨𝐫𝐦𝐚𝐧𝐜𝐞 𝐭𝐞𝐚𝐭𝐫𝐚𝐥𝐞 dell’attore 𝐈𝐠𝐧𝐚𝐳𝐢𝐨 𝐋𝐚𝐳𝐳𝐢𝐳𝐳𝐞𝐫𝐚 sulla 𝐕𝐢𝐭𝐚 𝐍𝐨𝐯𝐚. Testo fondamentale della nostra letteratura che, insieme alle altre opere di 𝐃𝐚𝐧𝐭𝐞, ha contribuito alla nascità dell’𝐢𝐝𝐞𝐧𝐭𝐢𝐭𝐚̀ 𝐈𝐭𝐚𝐥𝐢𝐚𝐧𝐚.

Fantalica Art-Sharing CONDIVIDIAMO L’ARTE

FANTALICA ART SHARING

CONDIVIDIAMO L’ARTE

“L’arte non si può separare dalla vita. È l’espressione della più grande necessità della quale la vita è capace.”
Robert Henri

L’associazione culturale Fantalica APS, a partire dal 23 marzo 2020 intende attivare il progetto Fantalica art sharing per promuovere la condivisione di opere d’arte realizzate dai soci e dagli artisti che collaborano o che hanno collaborato con l’associazione. L’obiettivo è quello di favorire la circolazione di opere d’arte figurativa, fotografie, performance, testi letterari, che valorizzino l’espressione artistica anche in questo periodo di emergenza sanitaria, che costringe tutti noi a vivere in una condizione di isolamento fisico, che però non deve e non può essere un isolamento culturale ed espressivo.

L’associazione culturale Fantalica APS dal 2002 si impegna a promuovere l’arte nelle sue varie forme e in particolare la sua condivisione, rivolgendosi a tutte le fasce di età, con un approccio interdisciplinare e interculturale.

Proprio per questo motivo Fantalica art sharing ha per noi un valore particolare, perché andrà a coinvolgere coloro che anche oggi hanno voglia di comunicare il proprio “fare artistico” credendo, come noi, che l’arte possa migliorare la vita quotidiana, dandone un senso più alto. E proprio quando si è privati della libertà di incontrarsi fisicamente e di condividere appieno le proprie passioni, ci viene incontro la tecnologia, che, pur nei suoi limiti, ci permette comunque incontri virtuali e scambio di idee.

Partecipa a questo evento e condividi anche tu la tua ARTE, scopri come:

Giovani e Teatro

I ragazzi sono i fruitori numero uno di contenuti multimediali che, portano loro sempre più informazioni…superando così di gran passo gli adulti nel consumo culturale, ma anche emozionale. Proprio così, i ragazzi sono i più smisurati consumatori di emozioni di cui oggi è fatto il mondo comunicativo in cui siamo immersi. Il teatro insegna ai ragazzi a non lasciar passare le emozioni passivamente come semplici stati d’animo, ma ad applicare loro il potere della riflessione, viverle consapevolmente.

Il teatro in questo senso genera, sia praticato che guardato (pur sempre partecipato), delle passioni in noi che ci portano in una dimensione nella quale il conoscere si fa più profondo. Così da secoli il teatro educa ed orienta nella conoscenza di sé e della realtà nelle sue più varie sfaccettature. La tragedia e la commedia, sono i due poli in cui, si confonde il vivere di ognuno ed il fare teatro permette di usare queste magiche dimensioni come una palestra, in cui forgiare in sicurezza la propria personalità. Questa pratica insegna altresì le sottili regole per entrare nei panni di un personaggio, ma più specificatamente dell’altro, e a confrontarcisi, sviluppando l’empatia. Grazie allo studio sul testo si acquisiscono competenze sul come dare espressione alla voce. Questi valori alla base del teatro sono necessari per il lavoro di gruppo ma prima ancora per delle relazioni interpersonali sane imparando a rapportarsi adeguatamente con l’altro e capirlo.

Work in progress – Teatro Adolescenti

Corso di Recitazione Teatrale per Adolescenti … Work in progress !

Continua il duro lavoro per i nostri giovani attori in vista della prossima “Lezione Aperta” che li vedrà protagonisti. Fil Rouge di questa esperienza a Fantalica sono le EMOZIONI.

Work in progress - Teatro Adolescenti

Possiamo dire che non sia un tema proprio semplice da gestire, soprattutto se ci troviamo ad analizzarle nel pieno della nostra adolescenza, all’interno di una società che ci vuole tutti uguali, omologati in serie.

Proprio da queste motivazioni parte la sfida che Fantalica ha voluto lanciare ai suoi adolescenti: andiamo controcorrente e prendiamo consapevolezza delle nostre emozioni per poi riviverle, per gli altri, sopra un palcoscenico.

Work in progress - Teatro Adolescenti

Ma … quale autore si poteva scegliere come punto di riferimento nel connubio teatro-emozioni?
L’unico e il solo … Shakespeare!

Proprio da lui comincia il percorso che i ragazzi stanno affrontando in questo ultimo periodo per capire, soprattutto, come uno dei più grandi scrittori dell’umanità si rapportasse con queste “brutte bestie dalle molte facce”.

Work in progress - Teatro Adolescenti

I nostri giovani artisti interpreteranno una compagnia di attori un po’ sgangherati: racconteranno le emozioni attraverso i testi del noto autore e le sue brillanti commedie.

I 5 ragazzi che presto andranno in scena hanno appena finito di comporre, da sé, il loro copione, guidati dal docente Eros Emmanuil Papadakis.
Un “narratore alternato” accompagnerà gli spettatori a riscoprire le proprie emozioni attraverso dei famosissimi teti della scena teatrale occidentale.
Vivremo quindi la PAURA di essere scoperti attraverso la nota scena del balcone, tratta dalla tragedia di Giulietta e Romeo. Paura che presto si tramuta nella SPERANZA di un nuovo giovane amore.
Il Mercante di Venezia invece ci mostrerà l’ODIO, la RABBIA e il RANCORE attraverso il monologo di Shylock.
La CONFUSIONE sarà espressa da un dialogo tratto dalla Bisbetica Domata, mentre Viola, protagonista della commedia La Dodicesima Notte, ci accompagna nel suo STUPORE.

Un anno di lavoro in cui i nostri giovani attori si sono messi in gioco con entusiasmo e tanta grinta.

Il Misantropo Tartufato – Note di regia

Quest’anno il saggio di fine anno del corso annuale la “Piccola Accademia di Recitazione” dell’Associazione Culturale Fantalica, vedrà sul palco la fusione di due celebri testi del noto drammaturgo francese MoliereIl misantropo” e “Il tartufo”.

I personaggi principali di entrambe le opere si muoveranno nello stesso spazio e luogo: uno spazio scenico vuoto ispirato alla commedia dell’arte.

L’ interazione di queste due coordinate creerà una nuova storia, con un nuovo sorprendente finale.

Si vedrà Alceste (Il misantropo), scontroso uomo in aperto scontro con il mondo che lo circonda, perdutamente innamorato di Selimene.
A contrapporsi a questa coppia troveremo poi Orgone, sciocco ricco signore, completamente soggiogato dal finto buon samaritano Tartufo: si incontreranno senza mai vedersi pur essendo messi in comune dai diversi personaggi comprimari che ruotano intorno a loro.

Personaggi stravaganti e riletti in chiave contemporanea, sfacciatamente trash e irriverenti alcuni.

Le risate sono assicurate ma anche amare riflessioni come solo la drammaturgia di Molière sa procurare.

Vittorio Attene